Consiglia questo sito su Facebook:

QUESTO SPAZIO BANNER E' IN VENDITA. PER INFO CONTATTARE MASTER@FUTURIMEDICI.COM

tipo di impegno in specialità

Di più
9 Anni 7 Mesi fa - 9 Anni 7 Mesi fa #201866 da alessia_n
Buongiorno giovani medici,sono una ragazza di 24 anni che ormai si appresta ad iniziare il 5 anno di medicina. Valutando tanti anni di sacrifici e rinunce ,studio matto e disperato,mi rendo perfettamente conto di quanto,almeno per me,il gioco non valga assolutamente la candela.Ho capito inoltre di preferire più una vita tranquilla,fare le proprie ore di lavoro e poi tornare a casa e godersi il resto della giornata. Arrivata fin qui però capisco benissimo quanto sia folle lasciare,dopo tutti gli esamoni fatti e una media abbastanza buona.. Avrei pensato magari ormai di concludere il percorso e intraprendere una specializzazione più di servizi-laboratorio(radiologia,igiene,patologia clinica..). La domanda che vorrei fare di preciso a voi è la seguente:ma la specializzazione(ovviamente sul genere di quelle citate) è massacrante quanto l’università?nel senso,una volta che finisco il mio turno,in generale,posso tornare a casa e riposarmi un pò-dedicarmi alla mia eventuale famiglia etc? oppure funziona che nei pochi momenti in cui non lavori devi continuare autonomamente con uno studio a oltranza,stile vita universitaria?grazie a chiunque risponderà e mi spiega un pò il tipo di impegno richiesto in specialità!
Ultima Modifica 9 Anni 7 Mesi fa da alessia_n.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Guido T.
  • Visitatori
  • Visitatori
9 Anni 7 Mesi fa #201889 da Guido T.
Risposta da Guido T. al topic tipo di impegno in specialità

alessia_n ha scritto: Buongiorno giovani medici,sono una ragazza di 24 anni che ormai si appresta ad iniziare il 5 anno di medicina. Valutando tanti anni di sacrifici e rinunce ,studio matto e disperato,mi rendo perfettamente conto di quanto,almeno per me,il gioco non valga assolutamente la candela.Ho capito inoltre di preferire più una vita tranquilla,fare le proprie ore di lavoro e poi tornare a casa e godersi il resto della giornata. Arrivata fin qui però capisco benissimo quanto sia folle lasciare,dopo tutti gli esamoni fatti e una media abbastanza buona.. Avrei pensato magari ormai di concludere il percorso e intraprendere una specializzazione più di servizi-laboratorio(radiologia,igiene,patologia clinica..). La domanda che vorrei fare di preciso a voi è la seguente:ma la specializzazione(ovviamente sul genere di quelle citate) è massacrante quanto l’università?nel senso,una volta che finisco il mio turno,in generale,posso tornare a casa e riposarmi un pò-dedicarmi alla mia eventuale famiglia etc? oppure funziona che nei pochi momenti in cui non lavori devi continuare autonomamente con uno studio a oltranza,stile vita universitaria?grazie a chiunque risponderà e mi spiega un pò il tipo di impegno richiesto in specialità!


Cosa intendi quando scrivi che il gioco non vale la candela? Sei al quinto anno: finisci! :cheer:
Poi cercati una specialità tranquillina (difficile suggerirti al proposito: dipende anche dai tuoi gusti!) o il corso di Medicina Generale.
Non so come sia Radiologia, ma poi ti piacerebbe passare una vita a fare/interpretare TAC, radiografie e Risonanze Magnetiche? Sempre alla luce dei neon e magari in qualche sotterraneo di ospedale...?
Valuta quindi anche il "dopo specialità"! ;)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
9 Anni 7 Mesi fa - 9 Anni 7 Mesi fa #201897 da Guidobaldo Maria Riccardelli
guido mi fai sentire meno solo!
io ho frequentato un po' in radiologia, un po' in anestesia...sono scappato a gambe levate
come si fa a vivere sempre nei sotterranei alla luce artificiale e senza finestre?!?!

cmq medicina del lavoro può essere una idea
Ultima Modifica 9 Anni 7 Mesi fa da Guidobaldo Maria Riccardelli.
I seguenti utenti hanno detto grazie : Guido T.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
9 Anni 7 Mesi fa - 9 Anni 7 Mesi fa #201905 da alessia_n
Grazie mille a entrambi per le risposte!quando dico che per me "il gioco non vale la candela" intendo dire in sostanza che,tornando indietro,non rifarei medicina,dal momento che ho capito di non possedere l'entusiasmo adeguato per reggere felicemente tantissimi anni di studi e sacrifici.Ho capito che questa è la facoltà giusta per chi nella vita ha sempre visto solo la medicina come unica strada percorribile,e non era il mio caso,ma forse a 18 anni tante cose non si è in grado di capirle.Non è che non mi piaccia la medicina,ma mi piace esattamente come tantissimi altri campi;diciamo che mi affascina come studio,ma la tanto decantata"vocazione"mi manca. Ormai sto abbastanza avanti e sarebbe un peccato enorme abbandonare,per cui proverò un pò il tirocinio in alcune delle specialità elencate(si dai,radio non mi dispiacerebbe,ma nemmeno igiene-med lavoro)e vado avanti per la mia strada. A volte soprattutto preda agli esami lo sconforto è tanto,proprio per questo mi chiedo spesso il tipo di vita che si tiene in specialità(ammesso di riuscire a entrare,ovvio ahah),proprio perchè non so se e quanto sarei in grado di trascorrere ulteriori 5 anni di rinunce-abnegazione,e se una volta entrata in specialità abbia un pò più tempo da dedicare agli affetti-hobbies etc
Ultima Modifica 9 Anni 7 Mesi fa da alessia_n.
I seguenti utenti hanno detto grazie : 719a33f3bc01ad886f7d1bcd, Guido T.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
9 Anni 7 Mesi fa #201906 da Guidobaldo Maria Riccardelli
finalmente una persona normale in mezzo a tanti esaltati!

non ti preoccupare...c'è specialità e specialità...in alcune devi inventarti come passare il tempo!
secondo me devi scartare a priori solo le specialità chirurgiche e anestesia...il resto devi provarlo frequentando! solo così ti farai una idea...
I seguenti utenti hanno detto grazie : alessia_n

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Guido T.
  • Visitatori
  • Visitatori
9 Anni 7 Mesi fa #201908 da Guido T.
Risposta da Guido T. al topic tipo di impegno in specialità
Brava Alessia: sei davvero una persona molto intelligente, e anche perfettamente normale, come sottolinea l'amico Guidobaldo! :cheer:

Vedrai che la vocazione passerà anche ai più esaltati: se non bastano i tomi universitari, ci penseranno i colleghi a fargliela passare, e se non basteranno i colleghi, ci penseranno i pazienti a suon di calci nel fondoschiena... :S

Esistono, rispetto al mestiere del medico, lavori senza dubbio più belli, gratificanti e dove l'intelligenza/inventiva delle persone viene utilizzata maggiormente: ma esistono anche mestieri peggiori del fare il medico... che so io... il minatore? :lol:
L'importante è mantenere la mente sana, e aperta anche ad altri interessi e non diventare mai (anche nell'interesse dei nostri stessi pazienti) dei topi di ospedale o di laboratorio: io sono MMG e dermatologo privato, e, se sai gestire i tuoi pazienti e il tuo tempo, questo lavoro non è male!

Ciao! ;)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: ishasjDomenica Vadalà
Tempo creazione pagina: 1.265 secondi
Powered by Forum Kunena
EU e-Privacy Directive
Cookie Policy