lock Metabolismo ed eliminazione dei gas anestetici

Di più
13 Anni 1 Settimana fa #87618 da Morfeo
Gli enzimi microsomiali responsabili del metabolismo dei prodotti esogeni sono localizzati per la maggior parte nel fagato e nei reni. La percentuale del metabolismo nel corpo umano è approssimativamente dal 10% al 20% per il vecchio alotano,2,5% per l\'enfluorano,0,2% per l\'isofluorano e meno dello 0,4% per il desfluorano. La percentuale metabolizzata di ossido nitrico invece è pari a 0. Circa il 3% della dose assorbita di sevofluorano è metabolizzata attraverso la via metabolica epatica dal citocromo p450 (isoforma 2E1). Dal suo catabolismo si ottengono quali sottoprodotti l\'esafluoroisopropanololo e fluoruro inorganico,quest\'ultimo noto per la sua tossicità renale.Quando il sevofluorano è somministrato attraverso un circuito chiuso con filtro di calce sodata, si ottengono diversi sottoprodotti dovuti al contatto tra il gas e l\'adsorbente. Sono stati identificati 5 composti,denominati rispettivamente composto A,B,C,D,E;tuttavia solamente i composti A e B sono sufficientemente presenti per poter essere presi in considerazione. La concentrazione letale nel 50% dei ratti di laboratorio è circa 300-400 ppm (parti per milione) dopo tre ore di esposizione. Dall\'estrapolazione dei risultati di questi studi, si è arrivati a dedurre che con una frequenza respiratoria del gas di 0,25 L/min per 5 ore,i massimi livelli di composto A (il più tossico) raggiungono delle percentuali minori di 20 ppm e non sono associati ad alcuna variazione dei test di funzionalità renale.Come detto prima,il desfluorano è metabolizzato solamente in percentuale bassissima (0,02%),dando come sottoprodotto l\'acido trifluoroacetico.La percentuale di gas anestetico eliminato dall\'organismo per via microsomiale è veramente bassa se paragonata alla percentuale eliminata attraverso le vie respiratorie. L\'induzione ed il risveglio da una anestesia eseguita con composti volatili,sebbene le MAC siano pressochè costanti,differiscono molto tra di loro. All\'induzione,ogni pressione parziale di gas all\'interno dei diversi tessuti è zero. Durante il risveglio,ogni tessuto (in base alla sua percentuale lipidica) avrà una differente pressione parziale di gas anestetico.Pertanto,il risveglio non è controllabile ne prevedibile quanto una induzione. In aggiunta, aumentando la ventilazione/minuto e la concentrazione della miscela di gas inspirati,si otterrà un\'accelerazione significativa dell\'induzione. Aumentando la ventilazione/minuto con un\'alta concentrazione inspiratoria di ossigeno, si aumenterà il gradiente tra il sangue venoso polmonare e gli spazi alveolari e di conseguenza si otterrà una maggiore e più veloce eliminazione dei gas presenti in circolo.
L\'Argomento è stato bloccato.
Moderatori: Morfeodoctorfeelgood
Tempo creazione pagina: 0.412 secondi
Powered by Forum Kunena