heart Come scegliere quale università frequentare?

Di più
4 Anni 8 Mesi fa #208378 da Alboliva
Sono un ragazzo appena diplomato e ho svolto il test quest'anno , posizionandomi in graduatoria attorno alla posizione 10700. La mia prima scelta era Napoli ma purtroppo, non essendo entrato, sto aspettando di essere prenotato per L'Aquila, Perugia, Roma tor vergata e Foggia!
Non saprei quale università scegliere e vorrei capire quale sia la più prestigiosa/conveniente a livello economico per me. Grazie in anticipo anticipo a chi risponderà

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
4 Anni 4 Mesi fa #208516 da ardente.vittorio
Forse per te sarà tardi, ma rispondo ugualmente affinchè la risposta possa servire a qualcun altro.
Una piccola premessa, non le conosco tutte, ma tra quelle citate posso dirti che Tor Vergata mi risulta buona, più che altro ha uno Policlinico abbastanza "nuovo", quindi ti ritroverai a girare per unità operative piuttosto all'avanguardia, rispetto ad altri atenei che mi è capitato di frequentare, dove sembra di entrare in reparti rimasti alla prima repubblica. Aldilà di questo, faccio una panoramica generale, per Odontoiatria vale lo stesso discorso che vedi fare da molti utenti di questo forum nelle sezioni delle specializzazioni chirurgiche di Medicina, ovvero si impara poco o nulla. Non ci nascondiamo, l' università italiana è tanta teoria e poca pratica, qualsiasi Ateneo scegli, esci che non sai fare l' Odontoiatra. Le fortune che devi avere devono essere 3 a mio avviso :
1) Un prof. ti vede sveglio, gli vai a genio, una volta laureato ed abilitato, lo preghi di inserirti (gratis ovviamente) a fare il libero frequentante in U.O.C. , sei a cavallo, impari veramente il mestiere, detto tra noi sei anche libero di sbagliare e vedi infiniti casi clinici, cominci anche ad introdurti nell'ambiente, non è raro che possono nascere collaborazioni con colleghi, privatamente.
2) Vai sempre a genio al prof, ti porta nel suo studio privato il pomeriggio, lui ti sfrutta sempre gratis, tieni l'aspiratore o cambi il bicchiere, risparmia lo stipendio dell' assistente, ma tu se sei intelligente rubi con gli occhi dai migliori, dimenticati che metti le mani in bocca, ma va bene così.
3) Sei figlio d'arte, economicamente questa forse è la soluzione più agevole, i primi guadagni te li fai subito, professionalmente è la peggiore, imparerai poco e male (sempre che tuo padre/zio/amico non sia un maestro della professione), diciamocelo chiaramente e che nessuno si offenda, chi entra subito a studio da papà sarà un professionista mediocre, casi clinici limitati, protocolli sempre uguali, però si campa, in alcuni casi pure bene, quindi la scelta è personale, io di certo non la critico.
N.B. Le tre situazioni le ho messe in ordine di importanza, ricollegandomi agli atenei da te citati, direi che Roma è ottima per il primo caso, piena di Ospedali e Policlinici Universitari, la maggior parte dei prof sono direttori di U.O.C. sparsi per la città (non solo nel policlinico dove insegnano) , se vai a genio a qualcuno ci mettono 5 minuti a permetterti di andare in qualche reparto, tra direttori si fanno infiniti favori. Le altre città rischi di avere UN solo professore direttore di U.O.C. ed un solo reparto (il policlinico dove studi) che può fare al caso tuo. Le città piccole, invece sono ottime per finire nello studio del prof. e magari lavorare seriamente da Odontoiatra dopo qualche tempo, Roma per il punto 2 è poco indicata, i prof. generalmente hanno diversi riuniti a studio e dipendenti, è tutto più rodato, non rischiano di far fare qualche danno al neolaureato. Per il punto 3, un ateneo vale l'altro come avrai capito.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: odonteocely85
Tempo creazione pagina: 0.184 secondi
Powered by Forum Kunena