file Chirurgia Pediatrica Napoli

Di più
3 Anni 8 Mesi fa #208760 da Andreafiorentino
Mi ritrovo molto confuso sulla scelta da intraprendere: una branca chirurgica od una clinica?
Sono sempre stato appassionato di chirurgia, ma mi piacerebbe anche fare pediatria. La soluzione sembra quindi la chirurgia pediatrica.
Mi interesserebbe formarmi a Napoli. Ho letto qualcosa sulla Federico 2.
Come la trovate come specializzazione?

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
3 Anni 8 Mesi fa #208761 da Raffaele Cerchione
Ciao, ti posso raccontare la mia esperienza da interno in chirurgia pediatrica alla Federico II di Napoli. (Sono iterno lì da 3 anni e conosco molto bene la scuola, gli specializzandi, gli strutturati e il direttore della scuola).
La Sede è ovviamente a Napoli al secondo policlinico e il direttore della scuola è il professor Ciro Esposito.  

Il reparto, al primo piano dell'edificio 11, ha diversi posti letto e gli specializzandi hanno turni di reparto, ambulatorio, day hospital (pre-ricoveri) e principalmente di sala operatoria.

Nel blocco operatorio ci sono due sale (nuovissime e all'avanguardia) che vengono utilizzate entrambe tutti i giorni dal lunedì al venerdì.

Gli specializzandi in sala lavorano a stretto contatto con gli strutturati, come aiuto chirurgo e anche come primo operatore (dipende ovviamente dall'esperienza dello specializzando e dal tipo di intervento).
I professori sono molto disponibili e aperti all'insegnamento.
Possibili anche turni di training e simulazioni su pelvic per laparoscopia e chirurgia robotica.

Sono molto frequenti gli interventi di chirurgia laparoscopica, sia di chirurgia addominale che di urologia pediatrica. Quest'ultima si serve anche della chirurgia robotica (negli ultimi due anni sempre più frequente ed utilizzata).

Sono possibili periodi di turnazione in altri ospedali sempre nel reparto di chirurgia pediatrica e anche all'estero. Corsi di chirurgia mininvasiva pediatrica e neonatale organizzati dalla scuola con la partecipazione di primari internazionali. 

Per quanto riguarda i lavori scientifici, devo dire che si fanno abbastanza pubblicazioni, con possibilità di crescere anche a questo livello.

Qualità assistenziale : 9
Qualità insegnamento: 8
Disponibilità strutturati : 8
Disponibilità Professori : 8
Ambiente di lavoro : 9 in questi 3 anni si è creato davvero un bel rapporto con tutti, dal personale infermieristico ai professori.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
3 Anni 8 Mesi fa #208762 da simonemorra
Ciao, posso risponderti in quanto ho svolto l'internato in Chirurgia Pediatrica alla Federico II di Napoli.
La formazione dello specializzando è una delle principali premure del direttore di Scuola (Prof. Ciro Esposito).
L'attività assistenziale si divide fra ambulatorio, reparto e sala operatoria. In media 2 giorni in sala, 2 in reparto e uno in ambulatorio. I weekend invece sono di guardia, uno/due giorni al mese.
Nel giro di 3 mesi gli specializzandi sono lasciati in piena autonomia.
Gli interventi eseguiti, oltre alle classiche routine open, sono video assistiti: sia laparoscopici che robotici.
Il Prof. è un laparoscopista esperto, dedito all'insegnamento.
Interventi come nefrectomie, parziali o totali e correzione del reflusso vescico-ureterale sono eseguiti in media 3 giorni a settimana. Frequenza differente invece per l'erniorrafia inguinale laparoscopica: circa una al giorno
La formazione non è affidata soltanto al direttore della scuola, ma lo specializzando ha la possibilità di interfacciarsi con chirurghi con anni di esperienza, come la Prof.ssa Maria Escolino, il Prof. Alessandro Settimi e il Dott. Giovanni Severino.
Gli specializzandi, affiancati prima, autonomamente poi, visitano da soli i pazienti che afferiscono alla struttura.
Ogni anno sono organizzati dai 2 ai 4 corsi laparoscopici, durante i quali gli specializzandi hanno modo di conoscere i più eminenti chirurghi pediatrici, da tutto il mondo, e esercitarsi sulle più recenti procedure chirurgiche.
Questa specializzazione, almeno alla Federico II, coniuga i due aspetti da te citati: il chirurgo pediatra formato in questa scuola acquisisce gli elementi fondamentali per essere sia un ottimo clinico che un ottimo chirurgo.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
3 Anni 8 Mesi fa - 3 Anni 8 Mesi fa #208763 da Valentinamarino
Ciao, ti lascio qualche info anche io, dopo due anni e mezzo di internato.
Posso innanzitutto dirti che la specializzazione è prettamente improntata sulla formazione di chirurghi che siano del tutto autonomi dal primo momento in cui conseguono il titolo di specialità.
Durante gli anni di formazione, già a partire dal primo, c’è un’attiva partecipazione sia alle attività di sala operatoria che a quelle di reparto e ambulatoriali.
Il reparto dispone di diversi posti letto praticamente sempre occupati vista l’elevata affluenza di pazienti, essendo la chirurgia pediatrica della Federico II un centro di eccellenza;
Il blocco operatorio dispone di due nuovissime sale innaugurate circa un anno fa, attive tutti i giorni e dotate di tecnologie avanzate. Vengono infatti praticati interventi open routinari e soprattutto interventi video assistiti in laparoscopia e robotica, un pò il fiore all’occhiello.
Lo specializzando lavora a stretto contatto con lo strutturato, arrivando ad essere anche primo operatore, qualora l’intervento e le capacità dello stesso lo consentano ovviamente.

Il lprof. Ciro Esposito (direttore della scuola) è infatti il presidente del ESPES (società europea di laparoscopia pediatrica), e tiene molto affinché gli specializzandi entrino immediatamente nell’ottica dell’importanza sia della tradizione che dell’innovazione. A tal proposito ogni anno vengono organizzati corsi di chirurgia mininvasiva pediatrica e neonatale che richiamano primari da tutte le principali scuole di chirurgia pediatrica europee.
Importanti sono anche le collaborazioni con tali centri per ciò che riguarda pubblicazioni scientifiche.
Se posso, accennerei anche all’aspetto “umano” del percorso. Si crea una situazione quasi familiare che incentiva sicuramente l’aspetto professionale, per cui ci si sente parte di un team già dai primi mesi in cui si frequenta.

Qualità assistenziale:9
Qualità insegnamento:8
Disponibilità professori:8

In bocca al lupo per la scelta!
Ultima Modifica 3 Anni 8 Mesi fa da Valentinamarino.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
3 Anni 8 Mesi fa #208766 da Francesco Greco
Ciao ti scrivo anche io parlandoti dal mio punto di vista come interno da più di un anno.
Ti confermo sommariamente quello che hanno scritto i colleghi sopra:
- gli specializzandi si alternano tra sala, reparto, day hospital e ambulatorio
- in sala operatoria si assiste lo strutturato o si può essere primo operatore a seconda del livello di esperienza e del tipo di intervento
- le sale operatorie sono due, nuovissime e all'avanguardia e da qualche tempo lavorano quasi sempre entrambe 5 giorni a settimana
- ci sono anche sedute di laparoscopia (frequenti) e di chirurgia robotica (meno frequenti)
- il professor Esposito organizza almeno due volte l'anno corsi di chirurgia pediatrica laparoscopica e mininvasiva con professori di varie nazionalità
- il professor Esposito sta creando una rete di formazione anche con altre strutture in modo da ampliare l'offerta formativa a favore degli specializzandi
- l'ambiente è quasi familiare, io mi ci trovo piuttosto bene, è facile sentirsi a proprio agio.

Se hai bisogno di informazioni o chiarimenti contattami, se posso aiutarti sono a disposizione ;)

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.299 secondi
Powered by Forum Kunena