file Aiuto scelta specializzazione

Di più
5 Anni 8 Mesi fa #207100 da kadosch90
Ringrazio come sempre tutti per la partecipazione e continuo ad incalzare solamente per avere una idea ancor più chiara. Innanzi tutto viene fresca fresca la notizia dell'h16 che dal poco che ad oggi ci si ritrova a capire peggiorerà in modo sostanziale l'attività di un medico di base, già solo il fatto che gli vogliono far fare l'attività del cup renderà l'attività burocratica ancor più infernale di quanto gia non sia. Comunque siamo ancora ad uno stadio che gira molto sul circa meno quasi. Mi spiego: fino alle chirurgie e la medicina interna e l'anestesia da escludere ci siamo, è un dato in mano a qualsiasi addetto ai lavori, niente da eccepire ma vorrei aggiungere sicuramente alcune che sono state escluse come l'anatomia patologica o ancora la radiologia e poi secondo le mie esperienze di sicuro non considererei cosi leggera l'attività di un cardiologo o di uno pneumologo o di un geriatra tanto per citarne alcune. Per meglio dire in teoria dovrebbe essere come dici ma in realtà (e giustappunto va citato il passaggio della circolare sulle 48 ore) essendo in italia in tanti ospedali si soffre di una rete assistenziale molto debole caratterizzata da molte mancanze a cui supperiscono in fatica e sangue gli internisti.
Faccio prima a citare le mie opzioni: è corretto definire come più leggere le attività di endocrinologia, psichiatria o dermato? Ottime possibilità di lavoro o nel privato ed ancora tanta attività ambulatoriale con estreme possibilità di lavorare in ambito extraospedaliero

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
5 Anni 8 Mesi fa - 5 Anni 8 Mesi fa #207111 da lololo
Risposta da lololo al topic Aiuto scelta specializzazione
Io credo che l'attività dell'anatomopatologo e del radiologo non interventista non siano delle più stancanti non tanto in termini di quantità di ore lavorative quanto piuttosto come stress percepito, nel senso che hanno a che fare uno con vetrini l'altro con immagini. Ora questo si traduce ovviamente in grande responsabilità, però il paziente mica lo hanno davanti, le decisioni alla fine le prende il clinico.
L'attività di un internista è pesante solitamente perchè in medicina interna ci finisce di tutto e di più, dai casi interessanti ai casi sociali, robe che conosci bene e altre mai viste prima, moribondi ecc..un parcheggio ospedaliero che non può che essere un inferno in un sistema sanitario dove il pronto soccorso è affollato come un formicaio.
In un sistema come questo le varie branche mediche godono di una maggiore serenità secondo me. La mediche (cardiologia, nefrologia, pneumologia......) hanno il "lusso" di poter farsi carico di chi gli compete..non è mica poco eh..Ovviamente sono impegnative ma il lavoro è fattibile e te lo dice uno che è dentro una di queste.
Ovviamente questo discorso è in linea di massima, è chiaro che dipende da dove ti trovi.
Ultima Modifica 5 Anni 8 Mesi fa da lololo.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.219 secondi
Powered by Forum Kunena