file laurea medicina dopo odontoiatria

Di più
1 Anno 8 Mesi fa - 1 Settimana 2 Giorni fa #208532 da toribussu
Buongiorno credo sia chiaro a tutti i giovani odontoiatri la crisi che sta vivendo questa professione, in italia il numero di odontoiatri supera i 63.000 nel 2000 erano 33.000. Risultato: aumento della pletora con un unico sbocco professionale sottopagati coadiuvato dal ridotto fabbisogno di cure notevolmente ridotte rispetto al passato. I sindacati sono inesistenti e non esiste nessun tipo di tutela o contratto per noi. Una via per guadagnare dignità professionale e culturale potrebbe essere integrare studiando medicina, in questo modo ampliare la propria cultura medica e orizzonti di impiego. Molti lo hanno fatto purtroppo ripartendo dal primo anno con pochi esami o parzialmente convalidati.
ho deciso di creare questa discussione per unire informazioni : le info sono rarefatte ma esistono università che permettono un abbreviamento di carriera in medicina per un laureato in odontoiatria (programmi double degree)
Ultima Modifica 1 Settimana 2 Giorni fa da toribussu.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
2 Mesi 3 Settimane fa #209196 da Ekorre
Ciao,sono nuovo del forum.
Sono laureato in Odontoiatria ed a luglio di quest'anno ho conseguito la laurea in Medicina e Chirurgia e l'abilitazione.
Il mio Ordine provinciale mi ha negato l'iscrizione adducendo ragioni di incompatibilità per via della mia iscrizione all'albo degli odontoiatri che sono oggetto di discussione.
Desidererei entrare in contatto con persone in situazioni simili alla mia,dato che so per certo che vi sono dei precedenti presso altri ordini provinciali.
Mi scuso se ho mandato la mia mail a te e ti ringrazio.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
2 Settimane 1 Giorno fa #209229 da ardente.vittorio
Facciamo un po’ d’ ordine, se vuoi fare Medicina e Chirurgia per “guadagnare dignità culturale” come scrivi, ci può anche stare, è una facoltà completa e se fatta bene veramente soddisfacente.
Se vuoi farla per “guadagnare dignità professionale” come sempre tu scrivi, sei a mio parere sulla strada sbagliata. Hai idea di cosa vuol dire oggi diventare un medico ? C’ è uno stallo pazzesco, finiti gli anni di specializzazione sei disoccupato senza mezzi termini, non penso esisti un medico in Italia che ad un anno dalla specializzazione guadagni di più di quanto guadagna un Odontoiatra ad un anno dalla Laurea.
Ed a proposito di specializzazione, la più grande mostruosità di questo sistema, il medico in formazione specialistica lo dice il nome stesso, dovrebbe essere un professionista da formare, infatti è uno STUDENTE che vince una BORSA DI STUDIO pagata dallo Stato o dalle Regioni in una SCUOLA DI SPECIALITA’ di un POLICLINICO UNIVERSITARIO. Invece viene trattato come un dipendente qualsiasi dell’ ospedale che fa i turni come tutti gli altri, grazie al quale si tiene in piedi il SSN, senza gli specializzandi che coprono i turni, la totalità degli ospedali italiani sarebbero chiusi e qui parliamo di dignità professionale.
Come scrivevo nell’ altra discussione, è indubbio che l’ Odontoiatria rispetto a 20 – 30 anni fa ha subito notevoli mutamenti, ma da qui a dire che è in profonda crisi, da qui a dire che con la Laurea in Odontoiatria non si lavora ce ne passa. Chiedo anche qua, Cosa ti aspetti ? I fantastici anni ‘ 80 a 10-15 milioni di lire al mese lavorando 4 giorni a settimana ? Non sono più gli anni ’80, in Italia NESSUNA professione garantirà più quegli anni, ne il dentista ne il notaio ne il commercialista. Ti aspetti una professione dignitosa ma con tanta gavetta come è sempre stato per tutte le altre professioni , mentre non lo è mai stato per l’ Odontoiatria ? Si eccola qui, bisogna fare la gavetta come hanno sempre fatto tutti, perché oggi non si apre più uno studio appena laureato e ti finiscono i pazienti dentro, ma poi con gli anni le soddisfazioni sono belle grandi . Fra l’altro il futuro si chiama anche SSN, ormai tutti gli Ospedali pubblici e privati stanno aprendo la loro bella U.O.C. di Odontoiatria, che prima era esclusiva dei policlinici universitari, i contratti per gli Odontoiatri sono identici a quelli dei medici, stesse tutele stessi trattamenti economici, puoi essere un collaboratore a p.iva, un dirigente medico o uno specialista ambulatoriale. La professione sta notevolmente cambiando è vero, ma da qui a dire che un dentista si deve reinventare muratore e centralinista di call center ce ne passa. Bisogna aprire gli orizzonti, prima il dentista della ASL o ospedaliero, era visto come uno sfigato, ora invece è una nuova frontiera da considerare, perché capisci che nel 2020, il dentistucolo tuttologo che non si aggiorna, usa materiali scadenti, si limita a fare il minimo indispensabile ha vita breve. E’ cambiata la professione e deve cambiare pure il modo di vederla da parte dei professionisti che la esercitano, ecco ti do un consiglio, cambia modo di vedere la tua situazione e la tua professione e fatti forza. L’ Odontoiatria in Italia è cresciuta ed è molto più specialistica e con standard sempre più elevati, questo è un bene per il paese e per la medicina, è la libera professione che è economicamente meno remunerativa, messa così è molto diverso il discorso non credi ? Se oggi entri in un Ospedale, trovi un blocco operatorio, un’ equipe, delle camere di degenza, non c’è più nulla che non si può trattare, se il sistema cresce anche i professionisti che ne fanno parte alzano i loro standard e ne dovrebbero essere felici, la domanda è sono in grado tutti i professionisti di alzare i propri standard ? Le cliniche odontoiatriche o studi privati a p.iva sono la gavetta, se dopo 10 anni di carriera ancora si raccolgono le briciole siamo sicuri che è il sistema che non va? E se fossimo noi professionisti nella media ?
Scusami la franchezza, ci parli di numeri chiusi, università , trasferimenti dall’ estero e poi che fai ? Cerchi programmi triennali in UK o Germania, perché qui dovresti rifare il test d’ingresso e praticamente frequentare di nuovo tutti gli anni ? E che differenza c’è tra questo e chi se n’ è andato a studiare Odontoiatria a Madrid a 40mila euro l’anno o a Bucarest e Tirana senza test d’ingresso ? Per poi venire in Italia ad ingolfare il mondo del lavoro ? Posso darti un consiglio ? Fai l’ Odontoiatra, ma fallo con passione non per i soldi, l' Italia è tra i primi 5 paesi al Mondo nel campo dell' Odontoiatria, qualsiasi professionista sognerebbe ciò per il proprio ramo lavorativo, vedi che tra qualche anno anche i tuoi risultati personali miglioreranno. Buona fortuna

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Moderatori: odonteocely85
Tempo creazione pagina: 0.336 secondi
Powered by Forum Kunena