map-pin Petizione on line Per richiedere Concorso Nazionale

Di più
6 Anni 10 Mesi fa #198341 da dokke
Ha detto tutto Zefiro...

Mentre ero in Svizzera non mi son perso niente, e ti dirò di più: SENZA RACCOMANDAZIONE e DA FIGLIO DI N.N. sono stato chiamato e ho avuto la mia chanche. Sono stato scavalcato da chi, almeno sulla carta, aveva più esperienza di me. Poco male, tento e ritento e prima o poi qualcosa uscirà fuori.

Come ti ha detto Zefiro, caro kinch, non si tratta di essere stucchevoli ma di ragionamenti concreti: eliminando gli ospedali universitari, centri di potere e di smistamento parentale, in ospedale devi LAVORARE! Sei mai andato in ospedale e in un policlinico? Dove hai fatto di più, nel primo o nel secondo? Se io direttore ho un budget di X stanziato per 1 assistente medico stà tranquillo che prendo quello che mi serve, non un mangiapane a tradimento che non sa fare nulla, perchè per me sarebbe solo un danno in termine di figura di m.... con i colleghi (l'ho scelto io) ed un danno al mio lavoro. Ma in italia siamo così aggrappati a questa mentalità gretta della raccomandazione che abbiamo proprio paura di provarci con le nostre forze!

Poi un'altra cosa, come ha giustamente sottolineato Zefiro. Mentre io ero in svizzera, consapevole che qui in italia forse si perpetrerà l'ennesima presa per i fondelli ai nostri danni (troppo impegnati a farci la guerra dei poveri per rendercene conto) e tu eri in italia a meglio seguire la questione, ti invito a ragionare sul fatto che se manca il regolamento LA LEGGE E' INAPPLICABILE e come tale si corre CON VECCHIE REGOLE, ovvero NON CAMBIA NIENTE: FESSI E CONTENTI, come piace a noi!

...voi davvero credete che le cose cambino dalla mattina alla sera? Ma per piacere.... e poi in un paese dove cambiano le regole dei quiz di ingresso mentre "sono in corsa" che pretendiamo? Inoltre se, come credo di aver capito leggendo (se sbaglio correggetemi) vanno valutati i titoli (che ca*ata di sistema), chi stabilisce che la mia pubblicazione è valida e la tua no? Una commissione nazionale? Se così fosse, considerando il numero degli elaborati che perverranno, mi sa che devono sbrigarsi a bandire il concorso entro il mese prossimo.... se invece sono valutati da commissioni locali, iniziano di nuovo i giochetti... a scapito di chi, magari, ha fatto internato per 1-2 anni facendosi il mazzo. Con la chiamata diretta, l'internato ti servirebbe per apprendere e farti conoscere e se vuoi sapere non lo trovo un sistema stupido: io ti "testo" sul campo, ti formo secondo i miei canoni e ti assumo! Molte aziende fanno così e non falliscono, perchè? Noi italiani siamo ancora legati al posticino fisso in ufficio stile Fantozzi, sperando che il megadirettore non ci scuoi vivi per la sua poltrona in pelle umana...

SVEGLIA!!! Se siamo messi così è proprio perchè il nostro guaio è il posto fisso! Se non vali e non lavori DEVI ANDARE A CASA!!! Invece, con questa mentalità, tutto ci è dovuto e una volta raggiunto l'agognato posticino incrociamo le mani e pensiamo ai cavoli nostri.... e noi saremmo cittadini europei? Dobbiamo ancora divenire cittadini italiani....
Ringraziano per il messaggio: Samuele.Trevi, dex

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
6 Anni 10 Mesi fa #198342 da dex

gianma89 ha scritto:

dex ha scritto:

"ma tu te la sentiresti di metterti vicino un tizio che non sai manco chi gli ha insegnato a leggere e scrivere?"
Questa frase è indegna !!
Ti rendi conto ?? Se siamo un paese che esporta cervelli e importa prostitute è per quelli come te !
Quasi quasi ti augurerei che il tuo professore vada in pensione così quello "che non si sa dove ha imparato a leggere e a scrivere" saresti tu con un professore nuovo !


A parte che non stai rispondendo al thread ma a me personalmente e per questo saresti un po' OFF-TOPIC...

ma forse ho il piacere di interloquire con delle matricole, o venite da tralalandia o semplicemente non sapete come si campa... la mia non era una difesa del "sistema" , ma renditi conto ( se già non l'hai fatto) che il mestiere del medico, come quello dell'avvocato ecc, è fortemente influenzato dal tuo mentore, dalla sua scuola di pensiero. Ti faccio un esempio banale: esistono delle linee guida che dicono che in caso di sospetto di embolia polmonare in paziente in condizioni stabili, se il paziente è a basso rischio dosi il Dimero-D se è ad alto rischio o se è comunque positivo il dimero-D fai una angio-tc con mdc. Bene, da noi per esempio del dimero-d se ne fottono alquanto e fanno direttamente l'angio-tc, che è sì più sensibile ma anche più costosa. Allora se tu ti formi con il prof.X sarai un medico che quando ha un sospetto di EP farà un esame e non un altro perchè così ti è stato insegnato. Ma questa è una banalità, in campo chirurgico poi non ne parliamo proprio: dovrebbero esistere tanti libri di chirurgia quante sono le teste degli operatori.. se io ho imparato ad usare, per esempio, una Ligasure o una Durante qui in un certo modo non è detto che a Verona sia lo stesso. E quando sei in sala e non sei pronto ovviamente crei un disagio. Ma in tutto questo non c'è nulla di deplorevole a mio modo di vedere... poi vabbè citare i cervelli in fuga e le prostitute in entrata è una frase ad effetto da tribuna politica televisiva ( che forse voi avete il tempo di guardare, io no) ma i fatti sono altri,e voi vi perdete in chiacchere...


Ciò che dici è sostanzialmente vero .
Quello che contesto è la correttezza e soprattutto la convenienza per lo studente "senza santi in paradiso" del sistema : direttore---) modo di fare "x" piuttosto che "y" .
Io , che sono stato studente come te , ti posso raccontare che ho passato alcuni mesi per chiedere la Tesi perché molti professori a cui volevo chiedere la Tesi erano 70enni che mi dicevano così : "Guarda che vado in pensione e quindi andrai direttamente nell' Ateneo Capofila da solo senza di me ..." o "Guarda che vado in pensione e probabilmente verrà un professore da un' altra parte ( normalmente significa con tutta la coda dei suoi studenti) ."
Quindi informati bene prima di essere superfelicissimo di essere al 100% coerente con il tuo professore .Senza contare che spesso i prof. hanno il telefono e ci mettono una frazione di secondo a chiamare aspiranti specializzandi da altrove .
Mi scuso per i toni coloriti che ho adoperato nel messaggio precedente : ho capito che sei fiducioso quasi come lo ero io da studente però , se posso darti un consiglio ,non credere eccessivamente alle promesse dei professori perché la normalità vuole che nella maggior parte dei casi per i più vari motivi non siano mantenute .

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
6 Anni 10 Mesi fa #198345 da kinch

dokke ha scritto: Ha detto tutto Zefiro...

... Se io direttore ho un budget di X stanziato per 1 assistente medico stà tranquillo che prendo quello che mi serve, non un mangiapane a tradimento che non sa fare nulla, perchè per me sarebbe solo un danno in termine di figura di m.... con i colleghi (l'ho scelto io) ed un danno al mio lavoro. Ma in italia siamo così aggrappati a questa mentalità gretta della raccomandazione che abbiamo proprio paura di provarci con le nostre forze!

... Con la chiamata diretta, l'internato ti servirebbe per apprendere e farti conoscere e se vuoi sapere non lo trovo un sistema stupido: io ti "testo" sul campo, ti formo secondo i miei canoni e ti assumo! Molte aziende fanno così e non falliscono, perchè? Noi italiani siamo ancora legati al posticino fisso in ufficio stile Fantozzi, sperando che il megadirettore non ci scuoi vivi per la sua poltrona in pelle umana...

SVEGLIA!!! Se siamo messi così è proprio perchè il nostro guaio è il posto fisso! Se non vali e non lavori DEVI ANDARE A CASA!!! Invece, con questa mentalità, tutto ci è dovuto e una volta raggiunto l'agognato posticino incrociamo le mani e pensiamo ai cavoli nostri...



Guarda, io sono favorevole alla graduatoria nazionale proprio perché:

1. Ho fiducia e voglio farcela con le mie capacità e le mie forze, senza dover ringraziare nessuno per aver "avuto un posto"

2. Non mi frega niente di avere un "posticino fisso" né tantomeno un posto sotto casa, e voglio orientarmi solo in base alla qualità della scuola, Milano, Roma o Napoli che sia. Anzi, personalmente ho già studiato lontano dalla mia città di origine e avrei solo piacere a spostarmi di nuovo e fare esperienze altrove, ma questa è solo la mia opinione.

3. Non voglio che a giudicarmi idoneo o meno sia "il megadirettore" con i suoi parametri personali, anche perché molti (non tutti, molti) di questi illuminati personaggi non scelgono i loro specializzandi in base a criteri di merito.

4. Tutte le altre questioni citate: titoli valutati, voto di laurea, numero delle borse disponibili, ecc. sono diverse e separate dalla questione graduatoria nazionale/locale, e quindi non pertinenti, non parliamone qui, please.

Mi sembri una persona intelligente, perché hai paura che la graduatoria nazionale e non più locale possa danneggiarti?
Io penso che potenzialmente potrebbe liberare le persone capaci dal potere decisionale e/o ricattatorio di quei direttori che non utilizzano criteri di merito per fare la loro selezione in entrata...
La chiamata diretta va bene in Svizzera e in Germania, e forse andrà bene in un'Italia futura dove avranno più valore merito e capacità personali.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
6 Anni 10 Mesi fa #198354 da dokke
Kinch forse mi sono spiegato male: io non sono contrario ad una graduatoria unica nazionale, anzi! Se dobbiamo essere giudicati con le solite crocette stupide, amen... Il problema (come sottolineavi giustamente nell'ultimo passaggio) é di civiltà... Il posticino fisso, come lo avevano i nostri (nemmeno tutti) genitori, ormai ce lo scordiamo mi sa!

I miei dubbi sulla valenza della graduatoria nazionale sono fondamentalmente dovuti al fatto che non si sa ancora cosa venga valutato: auspico un esame come il MIR ma ho i miei dubbi. Se dopo la laurea voglio fare l'ortopedico e ho una tesi in otorino, perché non posso (perché di fatto non posso)? Per la legge possiamo fare tutto, anche da neoabilitati, ma siamo svantaggiati... Come se un copia-incolla decretasse la nostra affinità legandoci indissolubilmente a quel campo!

Divagazioni a parte, ciò che mi preoccupa é il mega-taglio dei posti, girano voci allarmanti... Quanto al megadirettore fantozziano, i raccomandati ci saranno pure ma se dessero responsabilitá (anche penali!) al neospecializzando, qualche inetto durerebbe poco.... Tanto chi ha le spalle coperte le ha comunque anche con il concorso nazionale! E se é figlio di un qualche oligarca medico o politico, il modo di dargli un titolo lo trovano... E lavora lo stesso nella clinica dove lavorava il papi...

Non lo so, forse sono un pò troppo pessimista, ma la vedo molto nera....
Ringraziano per il messaggio: dex

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
5 Anni 10 Mesi fa #203107 da gianma89
carissimi, un mio collega, fautore del concorso, mi ha informato, allarmato e basito, dell'assurdità e della difficoltà di alcuni quesiti.

1) vorrei sapere in cosa è consistita questa difficoltà

2) premesso che non ho mai appoggiato questa riforma del c..zo ( e chiunque può verificare sfogliando le pagine precedenti), adesso che ci stanno cascando tutti quanti, fautori e non, in questa valanga di m..da vorrei solo dirvi: spero che le telefonate fatte a tutela dei raccomandati ( capre che non siete altro, vi pensavate pure di uscirne puliti e profumati, che imbecilli...) vi levino il terreno sotto i piedi e vi ritroviate in mezzo alle pecore sarde (absit inuria verbis) a rimpiangere il giorno che potevate tenervi la lingua a freno e fare quello che volevate rispetto alla situazione attuale che vi vede in attesa del grandissimo fallo del cavallo di Troia che vi siete costruiti ad hoc. Detto da uno condannato ad espatriare perchè non vuole rimanere fregato chissà per quanto tempo a causa di una massa di fessi, ingenui, belanti e incompetenti.
Ringraziano per il messaggio: dokke

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
5 Anni 10 Mesi fa #203109 da dokke
1) nel fatto che non si imparava a memoria.
1.2) molte domande sono fatte a cazzo, alcuni amici mi hanno riferito domande tipo: "dove si trovano le bolle del Bichat?" oppure "Quali strutture si studiano con una sonda ecografica da 12 MHz?" Indubbiamente tutte domande che presuppongono una selezione sulla competenza. Che stronzata.

2) meno male che non mi riguarda! Ti dico, comunque, che una persona del SIGM non ha mai fatto un esame favellando di suo. E se non fosse stato per il padre, con il concorso "antico", ora starebbe a pulir cessi in stazione centrale. Non aggiungo altro, sennò mi trascinano in tribunale! XD

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.435 secondi
Powered by Forum Kunena