file SPECIALIZZANDI EMIGRATI ... la vostra storia !!!

Di più
10 Anni 6 Mesi fa #165144 da domjus
Sicuramente qualcuno di voi o meglio di noi in prossimità dell'imminente concorso ... ha fatto la scelta dolorosa di fare domanda in una università diversa da quella in cui ci si è laureati ,,, magari centinaia o mogliaia di km da casa ... forse piu' per un fatto di opportunità che di voglia ... qual è la vostra esperienza ... come si vi siete trovati lontani dal vostro ambiente ? E' stato facile farsi accettare e la vita in generale ?

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
10 Anni 6 Mesi fa #165158 da aleatica
Mi interessa molto questa discussione...

Ho fatto il concorso nella Università dove sono entrata ma, se tutto va bene, dovrei fare entro Luglio un trasferimento per motivi familiari. Sinceramente un pò mi preoccupa l'accoglienza che troverò nella nuova scuola.
Sono una specializzanda di Ematologia al I anno e finora però, compreso il periodo pre-laurea, per volere del mio Prof ho frequentato esclusivamente la Medicina Interna. è stata un'esperienza che ritengo utilissima e insostituibile e ne sono molto contenta perchè ho imparato veramente a fare il medico, dovendo naturalmente imparare ancora un'infinità di cose. Però certamente l'approccio al malato, da sola, non mi preoccupa più come un anno fa.
Resta il fatto che nell'ambito ematolgico sarò sicuramente + ignorante anche dei tesisti della scuola dove andrò... Beh cercherò di mettermi sotto e farmi valere, ma mi preoccupa davvero tanto l'approccio con la nuova realtà dove spero riusirò a trasferirmi.

Attendo le vostre esperienze

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
10 Anni 6 Mesi fa #165173 da marash
bell'argomento!
io mi sono trasferita da una regione povera a una delle più ricche di italia solo ed esclusivamente perchè nella mia regione la scuola che mi interessa non è buona e non volevo accontentarmi.
Purtroppo non sono entrata in scuola (i posti erano in num esatto ai tesisti della città) nella nuova regione ma la cosa non mi preocc più di tanto perchè un modo per vivere tranquilla l'ho trovato e inoltre perchè nel reparto dove sono adesso sono apprezzata e sto imparando a fare moltissimo.
certo stare lontani da casa non è per niente facile! la motivazione che ti porta a spostarti in un'altra regione deve essere forte, perchè è dura e non è sempre facile riuscire a tornare spesso a casa.
farsi amici può risultare facile.... ma non saranno mai amicizie come quelle che ti sei costruito durante gli anni dell'adoloscenza e simili...
facendo un bilancio in generale trovo l'esperienza molto bella!
anche io, aleatica, avevo paura di quello che avrebbero pensato di me e se fossi stata o meno all'altezza degli standard del nuovo reparto! credo sia umano avere sempre un minimo di preoccupazione sulle proprie capacità, è anche vero che stiamo andando lì per imparare e quindi che vergogna dovremmo provare?

Ci sono due tipi di problemi nella vita: quelli senza soluzione, quindi è inutile preoccuparsi e quelli che una soluzione ce l'hanno, quindi è inutile preoccuparsi.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
10 Anni 6 Mesi fa #165193 da domjus
io dico solo che è difficile ... alle volte penso di lasciare tutto e tornarmene a casa ,,, che il lavoro non è tutto ,,, e questo è uno di quei periodi    8.....(

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
10 Anni 3 Mesi fa #166463 da mollybloom82
Io sono di Mantova, mi sono laureata a Verona, sono entrata lì in specialità (neuro) a luglio 2007, ho finito il II anno a luglio 2009 e mi sono traferita in Calabria per motivi sentimentali...sono iscritta a Catanzaro ma ho sede a Reggio. Trasferita con dubbi, paure, perplessità...breve il periodo di adattamento, ora ho iniziato il 4 anno e sono felicissima, quasi quasi mi faccio un figlio :-)

Eddai che domani è venerdì!

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.682 secondi
Powered by Forum Kunena