Cari Colleghi,

il nostro Segretariato, nel farsi interprete del comune sentimento di vicinanza alla popolazione dei Comuni Abruzzesi colpiti dalla catastrofe tellurica, al fine di dare un segnale concreto di sostegno nel senso di prestare la nostra opera di medici ha preso contatto col Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Facciamo presente che allo stato attuale la macchina dei soccorsi NON necessita del contributo esterno di medici. A tal proposito, i presidi di assistenza attivati sul campo possiedono organici autosufficienti per prestare soccorso in questa prima fase di emergenza.
Su richiesta dei responsabili del Dipartimento di Protezione Civile vi preghiamo quindi di NON recarvi presso i luoghi del disastro con l'intenzione di prestare la vostra opera. Tali iniziativa devono essere soggette ad un coordinamento puntuale ed organizzato. Diversamente, eventuali iniziative autonome potrebbero risultare controproducenti o addirittura dannose.

La nostra opera al contrario potrebbe rivelarsi profondamente utile in un secondo tempo, a partire dalle prossime settimane, esauritasi cioè la fase di iniziale dei soccorsi. A tal proposito invitiamo pertanto qualunque giovane medico che fosse disponibile a segnalare la propria disponibilità a prestare la propria opera volontaria a sostegno della popolazione sfollata nella fase di stabilizzazione delle operazioni assistenziali è invitato ad inviare una email ad entrambi i seguenti indirizzi:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

NB: nell'email specificare tutti gli estremi anagrafici (nome, cognome, data di nascita, residenza), recapiti telefonici, qualifica (ad es: medico abilitato, medico specializzando in, specialista in, ecc) ed eventuali competenze specifiche di utilità. Si prega anche di specificare che autorizzate il SIGM-SIMS a fornire i vostri dati al Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ai sensi delle normative vigenti in materia di rispetto privacy.

La Presidenza