Cari Colleghi,

con estremo dispiacere e delusione vi comunichiamo che abbiamo avuto notizia che la Conferenza Stato Regioni ha rinviato l'approvazione del documento sul fabbisogno, sembrerebbe a seguito della opposizione formale inoltrata per iscritto da un Assessore Regionale della Sanità, il quale avrebbe sollevato, a quanto ci dicono, un problema legato ad un vizio procedurale.
Lo stesso documento dovrà essere quindi ridiscusso in sede di Commissione Salute della Conferenza, a quanto pare in programma per la prossima settimana, per essere reinserito all'OdG della prima seduta disponibile della Conferenza Stato Regioni, che, salvo convocazioni straordinarie, dovrebbe riunirsi il 19 Marzo p.v..

Si è altresì tenuta in data odierna la riunione dell’Osservatorio Nazionale della Formazione medico-specialistica. Premesso che la posizione del MIUR, Ministero capofila, è stata quella di “imporre”, senza possibilità di rinvio, gli accorpamenti a partire dal corrente anno accademico, l’Osservatorio è stato chiamato in causa limitatamente ad esprimere un parere sugli specifici criteri di accorpamento proposti dal MIUR per il corrente A.A. 2008/2009. I criteri che si adotteranno ai fini dell’accorpamento saranno i seguenti:
accorpamento delle scuole che nel precedente anno accademico abbiano avuto solo un posto ministeriale, preferibilmente su base regionale, con l’eccezione di alcune specificità territoriali.
L’Osservatorio si è espresso a favore dell’adozione dei predetti criteri. A partire dall’A.A. 2009/2010 sarà operata una più drastica riduzione del numero complessivo delle scuole a seguito di nuove soluzioni tecniche, per l’individuazione delle quali verrà investita un apposito tavolo tecnico interministeriale.
Per l’A.A. 2008/2009 quindi l’accorpamento sarà effettuato di modo che la rete formativa derivante dalla somma delle scuole originarie abbia assegnati di norma in totale almeno 3 posti ministeriali. In altre parole, l’accorpamento non potrà dare come esito una scuola integrata che sia la risultante di due scuole che avevano un posto ministeriale ciascuno nel precedente anno accademico.
Il MIUR convocherà in data 5 Marzo p.v. i referenti nazionali delle scuole interessate dall’accorpamento, in modo da condividere le decisioni in un’unica soluzione ed effettuare quindi d’ufficio gli accorpamenti delle sedi periferiche a ciascuna sede centrale ed amministrativa.
Gli aspiranti specializzandi presenteranno domanda di iscrizione al concorso di ammissione presso la sede centrale e presso la stessa concorreranno.
Nel bando saranno specificati i posti assegnati anche alle sedi periferiche di modo che sia chiaro che presso le stesse uno specializzando o più possa essere formato in maniera residenziale. Starà evidentemente alla decisione del consiglio di scuola, che dovrebbe essere composto anche da docenti delle sedi decentrate, regolamentare la frequenza presso le sedi periferiche.
Infine, in merito alle scuole di nuova attivazione, ci sarebbe l’orientamento a fare partire per il corrente anno accademico esclusivamente la scuola di medicina delle emergenze-urgenze.

Alla luce degli eventi che si sono venuti a registrare nella giornata odierna, ci riserviamo di acquisire ulteriori elementi entro le prossime 24 ore e vi preallertiamo per una mobilitazione che ci riserviamo di proporvi in tempi brevissimi.